Ultimi eventi

Novità dalla galleria

ANGELO ACCARDI - "Mi è sembrato di vedere uno struzzo"

News del 02/05/2017

Struzzi, rinoceronti e pesci in galleria. Stupore e straniamento. La Galleria de’ Bonis, dal 5 al 31 maggio 2017, ospita nel suo spazio espositivo di viale dei Mille 44/B, a Reggio Emilia, la mostra di Angelo Accardi “Mi è sembrato di vedere uno struzzo”.

La decontestualizzazione, che corrisponde ad uno degli strumento più importanti dell’arte contemporanea, è anche l’elemento chiave della pittura di Angelo Accardi. L’artista, in particolare, inserisce in interni e in contesti urbani lo struzzo, animale selvatico e fortemente evocativo di sentori esotici, che funziona da “elemento di sorpresa”, scuotendo la percezione dell’osservatore ed invitandolo, con ironia, a guardare – e non semplicemente a vedere – la propria quotidianità.

L’ironia è, infatti, protagonista nelle sue opere, davanti alle quali si finisce sempre per spalancare gli occhi e sorridere.

 

Angelo Accardi, Mi è sembrato di vedere uno struzzo

Galleria de’ Bonis, Reggio Emilia

5-31 maggio 2017

Orari: da martedì a sabato ore 10.00-13.00 e 16.00-19.00, giovedì ore 10.00-13.00

 

Contatti:

Tel. 0522 580605, cell. 338 3731881

info@galleriadebonis.com, www.galleriadebonis.com      

www.facebook.com/galleriadebonis, www.twitter.com/galleriadebonis

Instagram: galleriadebonis


ELIO MARCHEGIANI, IL PESO DEL COLORE: LE GRAMMATURE DEGLI ANNI '70

News del 28/03/2017

Conoscenza dell‟arte, metodo scientifico, studio dei materiali e visione del fare artistico trasversale a diverse discipline compongono l‟universo pittorico di Elio Marchegiani in mostra, dal 7 al 29 aprile 2017, alla Galleria de‟ Bonis di Reggio Emilia (Viale dei Mille, 44/B).

L‟esposizione si concentra sulle “Grammature di colore”, fortunato ciclo pittorico degli anni „70. In questa serie, Elio Marchegiani, da sempre interessato al dialogo fra scienza e arte, si propone con successo di indagare il peso fisico del colore. Le opere consistono, dunque, in strisce di pigmenti disposte su vari supporti: intonaco, lavagna e addirittura rame. Per ognuna di esse, l‟artista individua il peso esatto del colore impiegato.

Da un processo artistico affrontato con un approccio scientifico e filosofico – il “peso del colore” non potrebbe essere interpretato anche come una profonda metafora del senso della pittura? – nascono opere estremamente armoniose ed equilibrate, governate da una geometria che non è mai rigida, ma sempre leggera e impalpabile come i pigmenti di cui è fatta.

Il percorso della mostra comprende opere scelte su intonaco, lavagna, rame ed anche oro zecchino 24 Kt. Di particolare rilevanza, una delle primissime grammature su lavagna del 1973 e due rari lavori su intonaco con cornice bianca.

Docente di “Tecnologia dei materiali e ricerche di laboratorio” e poi di “Pittura” all‟Accademia di Belle Arti di Urbino, Marcheggiani è stato invitato a tre edizioni della Biennale di Venezia. Il suo mercato gode, in questo momento, di una grande vivacità e le sue opere – le “Grammature in particolare” – sono sempre più richieste.

L‟esposizione sarà visitabile dal fino al 29 aprile 2017, da martedì a sabato con orario 10.00-13.00 e 16.00-19.00, giovedì ore 10.00-13.00, chiuso 25 aprile. Ingresso libero. Per informazioni: tel. 0522 580605, cell. 338 3731881, info@galleriadebonis.com, www.galleriadebonis.com.

Elio Marchegiani (Siracusa, 1929) inizia a dipingere e ad organizzare eventi culturali in Sicilia, per poi iniziare a viaggiare e a lavorare a Parigi, Milano, Roma, Bologna. Mario Nigro e Gianni Bertini sono i primi artisti che stimolano veramente la sua fame di ricerca e sperimentazione ma sarà affascinato e influenzato molto anche dall‟esempio e dalla frequentazione di Giacomo Balla, Marcel Duchamp e Lucio Fontana. Buona parte del suo lavoro si basa sul rapporto fra scienza e arte, con un approccio a quest‟ultima decisamente multidisciplinare. Insegna all‟Accademia di Belle Arti di Urbino e, nel 1968, è invitato alla Biennale di Venezia, partecipazione che verrà replicata anche nel 1972 e nel 1986. Nel corso della sua carriera realizza diverse opere e installazioni pubbliche (Parigi, New York, San Francisco). Sue opere sono presenti in importanti collezioni pubbliche e private in Italia e all‟Estero.

Elio Marchegiani, Il peso del colore – le grammature degli anni ‘70

Galleria de‟ Bonis, Reggio Emilia

7-29 aprile 2017

Orari: da martedì a sabato ore 10.00-13.00 e 16.00-19.00, giovedì ore 10.00-13.00, chiuso 25 aprile.


ARTEFIERA

News del 13/01/2017

Anche quest'anno saremo ad Artefiera, l'evento più atteso della stagione.

Ci troverete al padiglione 26, stand B82 con un progetto espositivo dedicato interamente a Renato Guttuso e caratterizzato da opere di grande formato.

 

Vi aspettiamo! 


"CARTE E CARTONI" la collettiva di Natale

News del 25/11/2016

Da sabato 3 dicembre 2016 in galleria sarà allestita la mostra "Carte e cartoni", la nostra collettiva di Natale.

In mostra opere su carta e cartoncino dei maggiori artisti del Novecento italiano (con più di una puntata oltralpe): Afro, Pietro Annigoni, Antonio Bueno, Giuseppe Capogrossi, Nicola De Maria, Gianni Dova, Sam Francis, Virgilio Guidi, Renato Guttuso, Hans Hartung, Alberto Manfredi, Giorgio Morandi, Gino Severini, Mario Sironi.

La nostra scelta spazia da disegni e schizzi preparatori fino a opere finite vere e proprie, da studi a matita a collages passando per acquerelli, indagando tutta la potenzialità del sorprendente supporto cartaceo.

Troverete a confronto la forza del segno propria dei disegni, che contengono tutta l’energia non ancora addomesticata, dell’idea nascente dell’artista, con la delicatezza dell’acquerello o della china.

Ci saranno anche molte opere insolite: il bozzetto in cartoncino dell’unica scultura mai realizzata da Guttuso: “L’edicola”, un’illustrazione satirica di Sironi per “Il Popolo d’Italia”, tre disegni di Morandi (una natura morta e due paesaggi), un collage di Capogrossi, un insolito nudo femminile di Annigoni una forte opera segnica di Hartung, un’opera del 1970 di Sam Francis certificata direttamente dalla Sam Francis Foundation di Pasadena e diverse altre sorprese

La mostra è un vero e proprio excursus attraverso il Novecento Italiano indagato attraverso gli autori che ne hanno scritto la storia e la scelta delle supporto cartaceo permette di spaziare attraverso i loro pezzi più insoliti in un percorso nuovo e stimolante.

Inoltre le opere su carta sono un ottimo modo per accostarsi al collezionismo scegliendo pezzi  di grandi autori a prezzi più avvicinabili delle opere su tela.

 

La mostra, a ingresso libero, è visitabile dal 3 dicembre 2016 – 15 gennaio 2017 dal martedì al sabato dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19; il giovedì solo dalle 10.00 alle 13.00.


ARTE PADOVA 2016

News del 03/11/2016

Dall'11 al 14 novembre 2016 saremo presenti alla Fiera Arte Padova.

Al nostro stand troverete opere di Renato Guttuso, Giacomo Balla, Gino Severini, Alberto Manfredi, Elio Marchegiani, Getulio Alviani, Umberto Mariani e molti altri.

 

Vi aspettiamo!

 

Per maggiori informazioni:

 

www.artepadova.com

info@galleriadebonis.com


Archivio news