Ultimi eventi

Novità dalla galleria

ARTE PADOVA 2018

News del 10/11/2018

Da venerdì 16 a lunedì 19 novembre, saremo ad Arte Padova, che inaugurerà giovedì 15.

Al nostro stand (pad. 8, stand 136) troverete il nostro novecento storico e figurativo con molte nuove opere mai esposte.

Arte Padova si svolgerà nel complesso fieristico di Padova, Park Nord, Via Rismondo, cancello “L”.

 

Vi aspettiamo!


GrandArt 2018

News del 06/11/2018

Da giovedì 8 a domenica 11 novembre saremo presenti alla fiera GrandArt a Milano con il meglio del nostro Novecento Storico.

Qualche nome?

Renato Guttuso, Mario Sironi, Ottone Rosai, Mario Tozzi, Giorgio Morandi, Giuseppe Migneco, Mino Maccari e tanti altri.

Vi aspettiamo allo stand 42!

La fiera si terrà presso The Mall in Piazza Lina Bo Bardi.

Contattateci per avere i biglietti omaggio!


MOSTRE ESTIVE

News del 19/07/2018

Quest'estate potrete trovare le nostre opere in ben due mostre dedicate a Guttuso arricchendo le vostre vacanze se siete in Puglia o in Sicilia o cogliendo l’occasione per visitare luoghi splendidi.

Per noi sarà un’occasione per avvicinarci ai nostri tanti amici del Sud.

Molte nostre opere di Guttuso saranno infatti ospitate in due mostre:

fino al 21 ottobre (insieme a un dipinto di Tozzi e a due disegni di Morandi) alla mostra “900 in Italia da de Chirico a Fontana” nello splendido castello di Otranto.

dal 26 luglio al 18 agosto alla Galleria XXS di Palermo (Via XX settembre, 13) con la mostra “Manifesto Guttuso”.

Non avete che l’imbarazzo della scelta!

La galleria a Reggio sarà chiusa 4 al 31 agosto compresi.

Auguriamo a tutti buone vacanze e una piacevole estate!


900 IN ITALIA. DA DE CHIRICO A FONTANA. ALCUNE DELLE NOSTRE OPERE IN MOSTRA A OTRANTO

News del 16/06/2018

Alcune delle nostre opere, fra le quali questi splendidi Tetti di Roma di Guttuso del 1957, sono esposte alla prestigiosa mostra "900 in Italia. Da de Chirico a Fontana", in corso al castello aragonese di Otranto fino al 21 ottobre.

In mostra troverete anche altre due opere di Guttuso, due Morandi e un Tozzi, tutte provenienti dalla nostra collezione.

Una vistita è d'obbligo!


25 aprile

News del 24/04/2018

Ci sono opere che si cercano e si inseguono a lungo in un intreccio di ricerche documentarie, bibliografiche, in un susseguirsi di telefonate.

Una di queste è stata per noi lo studio del Gott Mit Uns (cm. 37 x 30) che vi presentiamo oggi, alle porte del 25 aprile.

Gott Mit Uns è una serie di opere realizzate da Guttuso sulle barbarie perpetrate dai nazisti durante i nove mesi di occupazione di Roma. In quel periodo Guttuso era in città e stava dando il suo contributo alla Resistenza attraverso il volantinaggio. Alcuni amici che avevano una tipografia lo nascondevano nei loro locali e, durante le ore di coprifuoco, Guttuso disegnava con ciò che aveva a disposizione che erano prevalentemente pochi colori tipografici.

In quei giorni di rabbia, paura, speranze, Guttuso disegnava quello che vedeva nella Città Eterna, occupata e violata. Ciò che ne nacque fu una mostra che si tenne nel 1944, nell’immediato indomani della liberazione della città, alla celebre Galleria “La Margherita” di Roma. La mostra fu accompagnata da un libro, esaurito nel giro di pochissimo, con i testi di Antonello Trombadori (ri edito poi nel 1960 con un ulteriore testo dello scrittore Giacomo Noventa).

Il titolo della mostra e dei libri “Gott Mit Uns”, Dio è con noi, è il motto sinistro che campeggiava sulle fibbie delle SS.

Per tanto tempo abbiamo cercato e inseguito questa serie senza trovarne nessuna traccia finché non abbiamo trovato sul mercato questa tavola rarissima e intensissima e abbiamo fatto di tutto per averla.

Questo pezzo è una introvabile testimonianza di una serie importantissima di Guttuso, ma anche di un pezzo della sua vita e – soprattutto! - un documento di storia del nostro Paese.

Ci sono opere gradevoli, ci sono capolavori museali e poi ci sono opere - chiave che sono snodi storici, pietre miliari nella storia di un artista e strumenti indispensabili per capire un periodo storico.

La nostra tavola è una di queste.

“Dunque l’essenziale del Gott Mit Uns vorrà essere riconosciuto in questo: che ogni uomo civile, ogni uomo che abbia lottato e sofferto, nel moto delle forze popolari per la conquista d’un tempo migliore, tornerà, seguendone le immagini continuamente dentro di sé a cercare sé stesso e si volgerà attorno per riconoscere gli altri e sentirà di avere con l’autore un legame vivo”.

Antonello Trombadori, Roma, 1944


Archivio news